Veganavi – Le Crociere del Sole
napoli

Di solito, per spostarsi dal nord al sud Italia, si deve prendere l’automobile e rassegnarsi a passare ore ed ore in autostrada. I meno avvezzi a guidare preferiscono il treno, ma anche in questo caso le ore di viaggio non sono poche. Immaginate soltanto quanto tempo ci possa volere a percorrere in auto o in treno la distanza tra Milano e Napoli. Senza parlare dei costi. Vi potrebbe sorprendere invece sapere che è possibile abbattere tempi e costi viaggiando in aereo. Vi racconto la mia gita di un giorno a Napoli partendo da Milano.

Viaggio Milano Napoli in un giorno

Ho sempre amato visitare le città, conoscerne le tradizioni e soprattutto degustarne i piatti ed i vini tipici. Ovviamente, un po’ per lavoro, un po’ per la poca voglia di guidare, riservo i miei viaggi ai periodi di ferie canonici: natale, pasqua, estate.

Questa volta però avevo voglia di scappare da Milano e concedermi una piccola pausa nella città di Napoli perché mi era stata segnalata da un amico del posto, un’enoteca fornitissima di pregiati vini campani. Dovevo trovare il modo di scendere nel più breve tempo possibile.

Fortunatamente ho trovato il modo di farmi questo viaggio a Napoli di un giorno grazie ad una ricerca su internet, dove ho trovato dei voli Ryanair Milano-Napoli, andata e ritorno in giornata a prezzi economici. E’ stata una bellissima scoperta per 3 motivi: potevo andare subito a Napoli, potevo spendere poco, il tempo di percorrenza del volo aereo è talmente breve che potevo tornare a Milano la sera stessa.

In sostanza ho trovato un volo economico da Milano all’aeroporto di Napoli Capodichino a 50 euro e spiccioli. Sono partito la mattina alle 7:00 e arrivato alle 8.30. La sera mi sono imbarcato a Napoli alle 22:00 e arrivato alle 23:30 a Milano. E così ho avuto tutta la giornata per visitare Napoli e godermi la tanto meritata degustazione pomeridiana.

Appena arrivato il mio amico napoletano è venuto a prendermi all’aeroporto e mi ha portato subito a fare una bella colazione in un bar che conosceva bene. Ho così potuto assaggiare l’ottimo cappuccino napoletano (ci mette lo zucchero il barista) accompagnato da una delicatissima “frolla“, parente della più famosa sfogliatella “riccia”.

napoli-san-gregorio-armeno

Dopo questa colazione così energetica mi ha portato a visitare il quartiere dei presepi a Napoli, San Gregorio Armeno. Col fatto che a Natale manca molto abbiamo potuto passeggiare nella splendida cornice formata dagli antichi palazzi storici, in tutta tranquillità ed ammirare le opere degli artigiani locali.

La visita è durata tutta la mattinata perché ci siamo messi a chiacchierare con gli artigiani del posto e mi sono riportato a casa anche una bella statuina.

Il pranzo, a base di pesce, lo abbiamo consumato in un suggestivo ristorante chiamato La Fortezza, che si trova fuori Napoli nel paese di Monteprocida, in un luogo che domina uno splendido panorama racchiuso tra i due lembi di mare che costeggiano il promontorio. Ottimo l’accompagnamento con un delicato “Lacryma Christi Bianco” di 13° servito a circa 10 °C. Si tratta di un vino ottenuto da vitigni di falanghina e coda di volpe, coltivati sui colli vesuviani. Scelta azzeccatissima.

lachryma-christi-bianco

Nel pomeriggio abbiamo fatto un giro in centro dove ho preso un caffé (come non farlo a Napoli) e visitato il suo meraviglioso centro storico, prima di andare a far visita alla tanto agognata enoteca. E questo momento è valso l’intero viaggio.

Tra assaggi di vino e delicati abbinamenti con vari prodotti locali, si era fatta l’ora di tornare a casa. Erano le 20:00 ed ero a Napoli e dovevo tornare a Milano! Quando ci penso rido ancora. Per fortuna il mio volo ci avrebbe messo solo un’ora e mezza per portarmi da Napoli a Milano, seduto sulle confortevoli poltrone dell’aereo Rayanair.

Soddisfatto? Si. E conto di fare altri viaggi di un giorno nei prossimi mesi.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto 🙂