Le più belle gite in barca nell’Arcipelago della Maddalena

L’arcipelago della Maddalena

L’Arcipelago è situato, tra la Sardegna e la Corsica, all’imbocco orientale delle Bocche di Bonifacio. Comprende scogli, isolotti e sette isole suddivise in due gruppi:

  • La Maddalena, Caprera e Santo Stefano a nord-est;
  • Spargi, Budelli, Razzoli e Santa Maria a nord-ovest.

Se sei in vacanza da queste parti non puoi non concederti una gita in barca alla scoperta delle meravigliose ‘isole intermedie’ che furono abitate a partire dal XVIII secolo. Inoltre, per avere maggiori informazioni su queste splendide isole, visita il sito Sardegna Blu.

Un tour tra le isole orientali

La Maddalena, ribattezzata ‘la piccola Parigi’, è l’isola più grande di tutto l’arcipelago ed una visita è d’obbligo. Le spiagge sono una più bella dell’altra e hanno dei nomi davvero suggestivi come:

  • Cala d’Inferno,
  • L’uomo morto,
  • Punta Nera
  • e Testa del Polpo.

Puoi rilassarti in riva al mare o prendere parte ad una delle tante immersioni nel fondale ricco di relitti, rocce ed ampie distese di Posidonia oceanica. Prima di ripartire concediti una passeggiata nell’affascinante centro storico e recati in uno dei tanti ristoranti per gustare l’ottimo pesce fresco, cucinato secondo le antiche ricette della tradizione marinara locale.

La seconda tappa del tuo tour è Caprera, collegata alla Maddalena da un ponte lungo 600 metri. L’isola, dichiarata Riserva naturale, deve la sua fama a Giuseppe Garibaldi che vi trascorse gli ultimi anni della sua vita. Nella sua abitazione, meglio nota come Casa Bianca, sono conservati gli oggetti appartenuti all’Eroe dei due mondi e tra questi vi sono fotografie, libri, abiti, divise ed armi. Nella parte meridionale di Caprera puoi ammirare diverse bellezze naturali:

  • la Pineta di Punta Rossa con il suo forte,
  • le spiagge di Cala Portese e Cala Coticcio.

Quest’ultima, definita da molti ‘Tahiti’, si contraddistingue per la sua sabbia finissima e le acque cristalline.

L’isola di Santo Stefano è caratterizzata, lungo le coste settentrionali, da una serie di cale di rara bellezza ed è il luogo ideale se vuoi fare un tuffo nel passato. Il Forte San Giorgio, meglio noto come Forte di Napoleone, riporta alla mente l’attacco che il generale effettuò il 23 Febbraio 1793 nei confronti del centro abitato di La Maddalena.

Spostiamoci ad occidente

Le isole di Budelli, Santa Maria, Razzoli e Spargi costituiscono la parte più selvaggia di tutto l’arcipelago. Budelli è un piccolo bijoux con le sue scogliere granitiche e le celebri spiagge.
La più famosa è quella Rosa che deve il suo nome alla caratteristica colorazione della sabbia. Le isole di Santa Maria e Razzoli distano, invece, pochi metri l’una dall’altra e sono separate dal passo degli Asinelli.

La costa meridionale di Santa Maria ospita la meravigliosa spiaggia di Cala di Santa Maria alle cui spalle sorge il Padule, una palude di acqua salmastra abitata da diverse specie avicole. Ti consiglio, inoltre, di percorrere il sentiero che conduce al faro di Punta Filetto: il panorama sull’arcipelago e le Bocche di Bonifacio è davvero mozzafiato.

Razzoli ti stupisce, invece, per l’imponenza delle sue scogliere e la forma delle sue rocce. La parte settentrionale di Spargi è ricca di fortificazioni a picco sul mare, ma queste, come puoi vedere tu stesso, sono nascoste dai massi di granito e dalla ricca vegetazione. A nord-ovest dell’isola si trova, invece, Spargiotto: un piccolo isolotto dove nidificano l’uccello delle tempeste ed il gabbiano corso.

Sharing is caring!